spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
Home arrow Giochi popolari
Giochi popolari
I giochi di un tempo PDF Stampa E-mail

I giochi sono sempre figli del tempo e si adattano al contesto sociale nel quale si svolgono. Ieri non esisteva nessun disturbo dall’esterno, niente TV, niente computer, scarsissima produzione industriale di giocattoli con, in compenso, una solida presenza di rapporti interpersonali e di socializzazione. Era considerato importante lo stare insieme e anche i momenti di lavoro si trasformavano in occasione di socializzazione. La persona era al centro della società e il gioco era di tipo collettivo-creativo e ad alto contenuto sociale.

Leggi tutto...
 
Le bocce PDF Stampa E-mail

Praticato nell'antico Egitto, il gioco delle bocce fu diffuso in Italia dai soldati romani. Da esso presero vita giochi simili come il bowling su prato, il gioco dei birilli e la petanque. Nella sua forma odierna venne reso popolare da Giuseppe Garibaldi durante l'unificazione d'Italia. Il nome deriva dalla parola latina "bottia" che significa palla. Nel 1896, in un periodo di rinnovata popolarità, si tenne ad Atene (Grecia) la prima Olimpiade delle bocce. Da allora questo gioco è entrato a far parte della scena sportiva internazionale. Giocare alle bocce implica abilità e strategia. Si può giocare uno contro uno, a coppie, a terne o a quadrette.

 

Leggi tutto...
 
La briglia PDF Stampa E-mail

E' una specie di gioco dei birilli che consiste in nove pezzi di legno torniti, lunghi trenta centimetri e larghi di sopra quattro centimetri. I pezzi di legno vengono collocati in un quadrato, da tre a tre in distanza uguale e scopo del gioco è tentare di farne cadere quanti più possibili. Si tira una palla da una distanza precisa e si contano tanti numeri quante "briglia" sono cadute, contando doppio il primo colpo. Il pezzo di legno che si mette nel mezzo e che si distingue dagli altri, viene chiamato re, e conta nove, cioè diciotto, se cade nel primo colpo. Il numero che si deve raggiungere é 24; se questa cifra viene sorpassata non si vince, ma si ricade a 15.

 
 
"U sciusciuni" PDF Stampa E-mail

La passione per le figurine è stata molto profonda, e diffusa, negli anni precedenti il secondo dopoguerra, quando era rara la carta stampata a colori. Sicuramente la maggior diffusione di questo gioco è da mettere in relazione con l'album figurine dei calciatori messe sul mercato dalla Panini agli inizi degli anni sessanta. Alcune figurine erano inserite nella confezione di prodotti vari; altre erano confezionate in bustine, in vendita alle edicole.

Leggi tutto...
 
La trottola PDF Stampa E-mail

La trottola è uno dei giochi più antichi, visto che già gli scrittori greci ne descrivevano le vorticose acrobazie. Le tradizionali trottole erano in legno tornito e venivano lanciate con uno spago. Lo scopo del gioco era quello di far fare alla trottola il maggior numero di giri e quindi, di farla arrivare il più lontano possibile. L'abilità consisteva nel dare un forte slancio alla trottola al momento del tiro.

 

 
 
<< Inizio < Prec. 1 2 Pross. > Fine >>

Risultati 1 - 9 di 16
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB