spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
Storia
L'etimologia PDF Stampa E-mail

Benchè nel linguaggio fenicio “Mot” o Motua” significhi luogo presso cui rifugiarsi e “Kamastart” indica una divinità fenicia, alcuni studiosi sostengono che il termine “Motta” sia stato introdotto dai Romani, al fine di indicare un luogo roccioso ed elevato, similmente ai luoghi ove sorge Motta Camastra.

La tesi più seguita è però quella che afferma che il termine è stato introdotto in Sicilia intorno al XIV secolo d. C., durante la dominazione angioina ed aragonese, facendo riferimento alla parola “Motte”, che in francese indica “fortificazione su di un poggio”.

 
Un antico insediamento punico PDF Stampa E-mail

Secondo una tradizione locale, la storia dell'abitato sembra trarre origine da un insediamento punico presente nella zona tra l'XI ed il IX secolo a. C.
È accertata la presenza di un nucleo abitativo a partire dal XII secolo d. C., sorto intorno alla chiesetta della Madonna dell'Annunziata, aperta al culto nel 1161 d. C. Nei registri della cancelleria angioina nel 1272 l'abitato è ricordato col nome di “Crimastre”.

Successivamente, nel XIII secolo, il casale risulta di appartenenza di Ruggero Loria, finché nel 1357, periodo in cui è attestata la presenza di una fortezza nell'insediamento, i Lancia, illustre famiglia di Messina, ne ottengono il controllo, ricordandola nei documenti con il nome di “Mocta Sancti Michaelis”.

Leggi tutto...
 
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB