L'Economia

L’economia randazzese si regge sull’agricoltura e sull’artigianato. Il territorio, ai fini agricoli, è diviso in due ampie zone dal fiume Alcantara: in quella di mezzogiorno, dove predominano i terreni di natura vulcanica, si riscontrano terreni coltivati a vigneto, oliveto e frutteto, oltreché terreni sterili per loro natura, coltivati a boschi ad alberi di castagno e di alto fusto; nella zona settentrionale le coltivazioni sono costituite in massima parte da cereali e leguminose, estese sino alle zone sia di levante che di ponente dell’abitato. Tutta la zona a nord dell’Alcantara, inoltre, per la presenza di pascoli e di terreni incolti, bene si presta per lo sviluppo zootecnico.