Header
Servizio Civile Nazionale I.Svi.L Regione Sicilia Progetto S.C.N 2007 come contattarci Progetto 2011/2012 Pagina iniziale Ricettività Regione sicilia
 
Menu
 
Il territorio ha origini fenici ed è stato interessato anche dalle dominazioni greco-romane e arabo-normanne.
 
Benché nel linguaggio fenicio “Mot” o Motua” significhi luogo presso cui rifugiarsi e “Kamastart” indichi una divinità fenicia, alcuni studiosi sostengono che il termine “Motta” sia stato introdotto dai Romani per indicare un luogo roccioso ed elevato.
 
La presenza di un nucleo abitativo risale al XII secolo d. C. intorno alla chiesetta della Madonna dell'Annunziata. Nei registri della cancelleria angioina nel 1272 l'abitato è ricordato col nome di “Crimastre”.
 
Nel 1357 i Lancia, illustre famiglia messinese, ne ottengono il controllo, ricordandola con il nome di “Mocta Sancti Michaelis”.
 
Nel 1398 il borgo fu donato a Garcia Perez da Liquida e poi a Pietro Axone.
 
Nel corso dei secoli appartenne ad altre famiglie quali i Sardo nel 1453, i Romeo nel 1629, i Marzano e i Branciforti nel 1760.
 
Durante la battaglia di Francavilla di Sicilia, tra Spagnoli e Austriaci, Motta Camastra fu utilizzata come quartiere generale . Vi si conservano le spoglie del comandante austriaco Ferdinando Carlo Conte di Wolqk Enstein.