Header
Servizio Civile Nazionale I.Svi.L Regione Sicilia Progetto S.C.N 2007 come contattarci Progetto 2011/2012 Pagina iniziale Ricettività Regione sicilia
 
Menu
 
CONVENTO DEI CAPPUCCINI. Risale al 500 d.c. Sono visitabili le celle, la cucina ed il refettorio, la Cappella gentilizia dei Ruffo-Balsamo contenente, tra l'altro, un ottocentesco altare ligneo decorato con intarsi, una cinquecentesca tela raffigurante "La Madonna in trono con Bambino ed Angeli, la seicentesca " tela raffigurante "l'Assunta col Padre Eterno" e la settecentesca statua lignea raffigurante l'Immacolata.
 
CASTELLO NORMANNO. Rimangono pochi ruderi dell’edificio ricostruito nei secoli XIV e XVI.
 
ROCCA BADIA DETTA "BADIAZZA".
 
PALAZZO CAGNONE. Edificio nobiliare, risalente al XVI°, vanta una ala, ad est, risalente al 500 ed una architettura tipica del tardo settecento. La struttura è articolata su due piani. Il piano terra, destinato a magazzini e dispensa, si affacciava anche nella corte interna, servita dal lavatoio, da una cisterna e dalla stalla. Il piano superiore è arricchito da affreschi e decorazioni. Sulla facciata, le finestre rettangolari, perfettamente simmetriche, scandiscono la linearità anche dei locali interni. Di proprietà del Comune è visitabile nei giorni e nelle ore consultabili sul sito del comune al seguente indirizzo: www.comune.francavilladisicilia.me.it/avvisi.
 
PALAZZO PRESCIMONE.
 
PALAZZO DEGLI SGROI.
 
PALAZZO DEI MONCADA - MORTILLARO.
 
FONTANA VENA. Si trova poco distante dal centro. Risale al 1400 ed è comunemente nota come la “fontana dei 18 zampilli”.
 
CHIESA MATRICE. Si trova al centro e vanta un quattrocentesco portale con arco ad ogiva.
 
CHIESETTA DELO SPIRITO SANTO. Risale al 500.
 
CHIESA DELL'ANNUNZIATA. All’interno trovasi la seicentesca statua lignea di San Francesco di Paola e la settecentesca statua di S. Barbara - e la settecentesca.
 
CHIESA DI S. FRANCESCO. Versa in stato di abbandono.
 
L'ANTIQUARIUM. Inaugurato il 24 marzo 2007 si estende per una fascia di 1600 mq sulla quale ricadeva un ampio settore dell’impianto urbano del V sec. a. C. e delle fasi successive databili tra il IV e la prima metà del III sec. a. C.
 
LA CHIESA DEL CARMINE. L’ Edificio, dedicato alla Madonna del Carmelo, sorse, per volere del Visconte Pietro Ruffo, all’interno di un ex convento, costruito nel XVII secolo. L’edificio è a corpo unico ed è ubicato lungo la strada che congiunge la zona centrale del paese al colle del Castello (l’odierna Via Visconte Ruffo). Dal 1920 al 1934 fu sede del palazzo municipale poi ceduto alle Suore del preziosissimo Sangue.