Header
Servizio Civile Nazionale I.Svi.L Regione Sicilia Progetto S.C.N 2007 come contattarci Progetto 2011/2012 Pagina iniziale Ricettività Regione sicilia
 
Menu
 
CHIESA DEL CARMINE. Fu eretta verso la fine del XVIII secolo. All’ interno la statua della Beata Vergine del Carmelo.
  •  
    CHIESA S. MARIA DELL'UDIENZA. Sorge nella spianata del castello baronale. Di stampo arabo-normanna a croce latina, con una sola navata e un solo transetto con portale in pietra arenaria e capitelli in stile corinzio. Il campanile è dotato di un vecchio orologio a congegno meccanico con contrappesi che scorrevano fino ad una profonda buca interrata.
  •  
    CHIESA DEL CALVARIO. E’ posta su una roccia ed è molto piccola. Al suo interno trovasi un antico quadro della Deposizione ed una immagine della Madonna con il Bambino Gesù.
  •  
    CHIESA S. NICOLÒ DI BARI “A MATRICI. Edificio che vanta una architettura elegante ed opere d’arte. Di stile rinascimentale, a croce latina, con tre navate e tre transetti, si sviluppa con l’asse longitudinale da est verso ovest con la facciata rivolta al tramonto. La navata centrale è delimitata da dodici colonne, di cui otto monolitiche in pietra arenaria e quattro in blocchi sovrapposti di pietra calcarea. Le colonne sono sormontate da un capitello corinzio, ricco di foglie di acanto e figure allegoriche. Sulle colonne poggiano degli archi a tutto sesto in arenaria e con un concio diverso da arco ad arco. La facciata, con alla base un’ampia gradinata, è caratterizzata da tre portali, sormontate da finestre, in corrispondenza delle tre navate. A sinistra il campanile che, alla sommità della guglia centrale, raggiunge mt. 28 di altezza. Al centro dell’ abside principale trovasi un crocifisso ligneo, dipinto ad olio con bordo dorato in oro zecchino, riproducente il crocifisso di Cimabue. Le navate laterali ospitano otto pregevoli tele di autori ignoti del seicento e del settecento. La navata destra della Matrice ospita un bassorilievo marmoreo dei Gagini.
     
    IL CASTELLO. Della dimora dei baroni Spadafora, posta sull’altura rocciosa a sud-ovest del paese, vicino alla Chiesa di S. Maria, rimangono pochi ruderi. Per arrivarci e godere di uno spettacolo di incomparabile bellezza bisogna percorrere un sentiero scosceso che parte dalla Chiesa di S. Maria