Taormina, arrivederci alla Clownterapia

E’ giunto felicemente a conclusione nei giorni scorsi il Progetto di “Clownterapia” attuato dall’associazione di solidarietà familiare “A.SO.FA.” di Gaggi presso l’ospedale “S. Vincenzo  – Sirina” di Taormina grazie ad un apposito finanziamento concesso dal Dipartimento Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

«Sono stati dodici mesi – ha dichiarato soddisfatta Agata Famà, presidente dell’Asofa – trascorsi a regalare sorrisi e benessere ai bambini ricoverati ed alle rispettive famiglie. Attività ludiche e di animazione, laboratori creativi, i buffi travestimenti degli operatori ed altre iniziative ancora hanno apportato una ventata di colore e di allegria nei tre reparti destinatari del progetto, ossia Anestesia e Rianimazione Neonatale Pediatrica, Cardiologia e Pediatria. Grazie alla passione ed all’impegno dei volontari ed alla collaborazione del personale medico, quest’esperienza è servita a far superare ai bambini un momento traumatico quale l’ingresso in un ambiente freddo e lontano dai genitori e dalla serenità quotidiana. Ci auguriamo che, in futuro, l’ospedale di Taormina possa tornare a fregiarsi di tale importante e qualificante servizio. Intanto, questo primo riuscitissimo tentativo abbiamo voluto immortalarlo in un opuscolo ed in un dvd che, attraverso tante immagini, ripercorrono i principali momenti dell’attività: è anche un modo per ringraziare tutti coloro che hanno reso “speciale” questo progetto».
Oltre a svolgere le attività in corsia, in questi mesi i dirigenti dell’Asofa ed i professionisti e volontari impegnati nell’iniziativa hanno anche seguito appositi corsi di perfezionamento presso l’ospedale “Meyer” di Firenze (all’avanguardia in materia di Clownterapia) e, a conferma dell’interesse verso il loro operato, sono stati invitati ad intervenire alla popolare trasmissione “Prima Linea Salute” condotta da Nuccio Sciacca sulla seguitissima emittente regionale Telecolor.
Il Progetto di Clownterapia all’ospedale di Taormina ha anche goduto del sostegno del locale distaccamento del “Lions Club”.
Alla luce del successo e dell’innegabile utilità di tale iniziativa, non resta che salutare questo primo riuscitissimo esperimento di Clownterapia all’ospedale di Taormina con un “arrivederci” anziché con un “addio”.
Amalia C. R. Musumeci

Notizie

Lascia un Commento